I partimenti diminuiti di Francesco Durante: esercizi propedeutici per un’edizione critica

I partimenti diminuiti di Francesco Durante: esercizi propedeutici per un’edizione critica ⋅ Intervento nell’ambito del convegno internazionale ‘Music Pedagogy in Eighteenth-Century Naples’, Milano (Università degli Studi) – Bern (Hochschule der Künste), 25-27 gennaio 2017

ABSTRACT ⋅ Tra i fenomeni più rilevanti che hanno interessato la musicologia internazionale degli ultimi anni figura senza dubbio la ‘partimento renaissance’. Fin dai primi anni duemila, cioè, e in special modo a partire dal 2007 – anno simbolico grazie alla pubblicazione di Music in the Galant Style di Robert Gjerdingen e di un numero monografico del Journal of Music Theory (Partimenti, LI/1) – un gruppo sempre più nutrito di studiosi ha rivolto un’attenzione crescente agli strumenti didattici che furono alla base dell’insegnamento della composizione nella Napoli del Settecento. L’ultimo decennio ha visto quindi fiorire saggi e monografie sull’argo-mento – nonché edizioni moderne di regole, partimenti e solfeggi – con l’intento preponderante di riabilitare tali strumenti nella didattica e nella performance contemporanee. Tuttavia, la seduzione di questo orientamento pratico sembra aver distolto la nostra attenzione da un approccio critico nei confronti dei testi in esame nonostante la loro tradizione notoriamente problematica, caratterizzata dalla vasta disseminazione, dal-l’intricata stratificazione e dall’attribuzione spesso incerta delle fonti superstiti.

Partendo dall’analisi di alcuni problemi testuali tipici di questo repertorio e delle soluzioni che, più o meno consapevolmente, abbiamo adottato finora, il mio intervento si propone pertanto di mostrare i benefici che ricaveremmo dall’adozione di una prospettiva critico-testuale nei partimento studies. Al centro del discorso sono posti i partimenti diminuiti di Francesco Durante, filologicamente paradigmatici per via di una tradizione ricca e complessa, e particolarmente meritevoli di edizioni critiche perché provvisti di suggerimenti ‘d’epoca’ per la realizzazione, che li rendono un ausilio importante nella ricostruzione della prassi esecutiva dei partimenti napoletani in generale.

Annunci