Toshio Hosokawa: quattro pensieri in forma di haiku

da una conversazione con il compositore Toshio Hosokawa (dicembre 2007) in occasione del Festival Urticanti 2007

di Marilena Laterza

«Ho studiato, da sempre, la musica europea ma, nello stesso tempo, sono figlio del Giappone: della sua musica, della sua filosofia, del suo pensiero.

[…] considero Takemitsu e Yun due pionieri: da Yun ho imparato la musica intesa come “calligrafia”; da Takemitsu il silenzio e il suono.

[…] oggi c’è un’intensa globalizzazione che non annulla, però, le nostre diversità; in quanto compositore, io voglio esprimerequestadifferenza.

[…] mi arrivano allievi da ogni parte del mondo e quando insegno ripeto spesso: “Da dove vieni?”; nel linguaggio, nella poesia, nella musica, devono intercettare una loro strada».

© Marilena Laterza

La “musica lontana” di Hosokawa

Advertisements